martedì 8 dicembre 2015

Come installare i plugin di WordPress

WordPress tools
immagine di Harsh Agrawal


Uno dei punti di forza di WordPress è la disponibilità di una serie pressoché infinita di plugin sviluppati da "terze parti", che affrontano e risolvono moltissimi problemi o che svolgono moltissime funzioni: è possibile trovare plugin per la gestione della sicurezza del proprio sito, per la gestione di mailing list, per l'integrazione con piattaforme social, per creare dei piccoli sistemi di e-commerce, per... non c'è limite. I plugin disponibili sono migliaia, e svolgono le funzioni più disparate.

I plugin, ad un tempo, costituiscono però anche il punto debole di WordPress: essendo spesso sviluppati da terze parti, non sempre il codice è di ottima qualità, o aggiornato, o comunque affidabile... e quindi molti problemi, spesso imputati a WordPress, in realtà dipendono solo dalla scelta di un plugin sbagliato o poco affidabile.

In questo post mi limiterò, per intanto, a spiegare i modi corretti per installare un plugin in WordPress.
In post successivi mi riprometto, prima o poi, di spiegare anche:

  • i criteri più importanti per scegliere un plugin
  • come disattivare temporaneamente un plugin
  • trucchi e barbatrucchi vari ed assortiti per l'installazione ed uso dei plugin
  • come aiutarsi nell'installazione di plugin fuori standard usando i child themes
  • quali sono i plugin "base", la cui installazione io ritengo irrinunciabile


Cominciamo: ci sono due modi per installare un plugin per WordPress:
  1. caricando il plugin direttamente attraverso il pannello di amministrazione di WordPress
  2. oppure installandolo manualmente tramite FTP nella directory plugins all'interno della directory di installazione di WordPress


NOTA: prima di apportare qualsiasi modifica al tuo sito o all'installazione di WordPress, è sempre consigliabile eseguire un backup completo


Primo metodo (preferibile): installare un plugin attraverso
il pannello di amministrazione di WordPress

  • Vai al tuo pannello di amministrazione di WordPress.
  • Vai a Plugin -> Aggiungi nuovo.
  • Nella casella "Cerca plugin" digita il nome del plugin o una parola chiave descrittiva, l'autore o un tag nel modulo di ricerca.
  • Trova il plugin che vuoi installare.
    Clicca su "maggiori dettagli"  per avere maggiori informazioni sul plugin e accedere alla relativa documentazione.
  • Clicca su "Installa adesso" per installare il plugin. 


Se tutto ha funzionato: clicca su Attiva Plugin per attivarlo

Nota: alcuni plugin WordPress richiedono ulteriori passi per la personalizzazione e la configurazione.
A questo proposito fai riferimento alla documentazione di ogni plugin, oppure limitati a sperimentare: magari ci si perde un po' più di tempo, ma spesso funziona. Se poi non ne vieni a capo e non riesci a configurarlo adeguatamente... RTFM.


Secondo metodo: installare un plugin per WordPress via FTP


Prima di affrontare l'installazione manuale di un plugin per WordPress, è bene specificare che è richiesta non solo familiarità con FTP, ma anche che si aggirano diversi meccanismi di WordPress di auto-protezione, e quindi è possibile che ciò metta a rischio il sito su cui si sta lavorando.
Mai come in questo caso è quindi importante effettuare preliminarmente un backup!

  • scarica in locale, sul tuo PC, il plugin WordPress da installare 
  • se il plugin è (come spesso accade) in un archivio .zip, estrai la cartella plugin in locale sul tuo PC.
  • con il tuo client FTP (p.es. FileZilla) carica il plugin nella directory wp-content/plugins
  • accedi al pannello di amministrazione di WordPress e vai a Plugin -> Plugin installati
  • clicca su Attiva Plugin per attivarlo.