sabato 2 luglio 2016

Stephen King - Cuori in Atlantide

Questo vecchio imbroglione calvo, il tempo.

(Ben Jonson, The Poetaster, 1601)
=================================================================

Noi siamo prigionieri del tempo, gli ostaggi dell'eternità 

(Boris Pasternak)
=================================================================

I bei libri non rivelano i loro segreti tutti in una volta.

=================================================================

Vincere non è tutto: è la sola cosa

(Vince Lombardi)

=================================================================

Il gioco di "Cuori"

E' un gioco di carte popolarissimo, diffuso in moltissime varianti e noto con molti nomi differenti (Cuori, Chat Noirs, Peppa, Hearts). E' il medesimo, popolare "Hearts" presente in Microsoft Windows.

La versione descritta nel libro sembra avere le seguenti regole, che in parte di discostano da quelle oggi più diffuse (e che sono molto vicine a quelle della versione per PC, di ispirazione statunitense):

Si gioca con un mazzo francese di 52 carte in quattro persone ognuno per sé.
Scopo del gioco è quello di non prendere né la Stronza (donna di picche) né le carte di cuori.

Il mazziere distribuisce 13 carte a testa. Dopo aver visionato le carte, ciascun giocatore ne passa tre al suo avversario (a destra o sinistra: il senso si alterna ad ogni mano); tutti devono effettuare questo passaggio contemporaneamente.

Il primo di mano (alla destra o sinistra del mazziere) gioca una carta a sua scelta. Gli altri giocatori giocano di seguito (in senso orario o antiorario), "rispondendo" al seme (ovvero giocando una carta dello stesso seme di quella giocata dal primo di mano). Se non si hanno carte di quel seme si può giocare la carta che si desidera. Giocate le quattro carte, queste vengono prese dal giocatore che ha giocato la carta più alta del seme giocato dal primo di mano. Chi, non avendone di quel seme, avesse giocato una carta di un altro seme, non prenderà quella mano, neppure se il valore della carta fosse più alto. Il gioco passa ora a chi ha fatto la presa che gioca una nuova carta a sua scelta ed il gioco procede così di presa in presa fino alla fine delle carte in mano ai giocatori.

Finita la smazzata, ciascun giocatore conta i punti che ha preso, secondo la seguente tabella:

Donna di picche (Stronza): 13 punti
Ogni altra carta di cuori: 1 punto

Il gioco finisce quando un giocatore fa più di 100 punti, a quel punto il giocatore che ha fatto meno punti ha vinto.


Nessun commento:

Posta un commento